Da Nuovi Mondi Media del 22/02/2005

L'occhio del Pentagono

Il Congresso degli Stati Uniti è chiamato a legalizzare un colossale progetto di controllo sociale su scala planetaria. Quando verrà adottato il programma TIA, le nozioni di frontiera e di vita privata smetteranno di avere senso.

di Thierry Meyssan

Approfondimenti / DOSSIER


 
Quando il "reality" è di Stato
Echelon si, Echelon no
di Roberto Bortone

l termine inglese Echelon significa letteralmente "formazione", mentre in linguaggio militare sta ad indicare la parola "squadriglia". Eppure mentalmente lo si associa a ben altro: intercettazioni telefoniche, microspie, telecamere, hacking, per arrivare sino ad agenti segreti e controspionaggio... tutti termini ai quali siamo ormai abituati o ci stiamo dolcemente abituando, grazie anche a qualche simpatico reality alla tv. La stampa cartacea, quella "ufficiale", ha iniziato a parlare di Echelon in Italia il 20 marzo 1998 quando il settimanale "il Mondo" dedicò un primo "speciale" dal titolo eclatante: "Licenza di spiare, i segreti di Echelon: così USA e Gran Bretagna ci spiano". Si riferiva al caso Echelon, alla scoperta ufficiale della sua esistenza. Seguì una seconda uscita nel numero successivo, poi una terza... poi le prime timide interrogazioni parlamentari da parte di alcuni degli eurodeputati italiani di stanza a Bruxelles. Fino ad arrivare ai giorni nostri in cui terrorismo e crack finanziari ripropongono l'esigenza ma anche la pericolosità di un network di intercettazioni interplanetario. Insomma mentre "lui" ci ascolta noi proviamo ad avvicinarci per conoscerlo meglio. Ma senza fare troppo rumore altrimenti...
mVoi che siete utenti della rete non ignorerete di certo che questo sistema fu sviluppato inizialmente da un’agenzia del pentagono, l’ARPA. Da vari anni ha cambiato il suo nome per diventare l’Agenzia dei Progetti di investigazione avanzata per la difesa (Defense Advanced Research Projects Agency - DARPA).

A febbraio 2002 Donal Rumsfeld le ha assegnato 200 milioni di dollari, che si sommano al budget iniziale, con l’obiettivo di sviluppare due nuovi uffici: quello dello Sfruttamento dell’Informazione (Information Exploitation Office - IEO) e quello della Conoscenza dell’Informazione (Information Awareness Office - IAO).

La IEO è incaricata di determinare gli obiettivi delle forze armate e di programmare i propulsori e le munizioni intelligenti per distruggere tali target. Questo organismo è quello che attualmente programma tutti i tipi di arma per colpire in Iraq 15 mila obiettivi in due settimane.
Per quanto riguarda la IAO, si tratta di un organismo d’intelligence che deve perfezionare i programmi informatici che permettono di osservare i comportamenti degli individui in tutto il mondo, di rilevare gli atteggiamenti sospetti, di analizzarli e di selezionare potenziali terroristi.

Tuttavia, l’elaborazione di tali programmi non può separasi dal suo uso sperimentale, tanto che questo ufficio è chiamato a diventare una vera e propria agenzia di intelligence, forse la più potente del mondo.Visto che la IAO non dispone di uno status di sub-agenzia, la nomina del suo direttore non è sottomessa al controllo del Congresso, e per questo Donald Rumsfeld ha potuto nominare l’ammiraglio John Poindexter a capo della stessa.

John Poindexter, ufficiale brillante, si è laureato all’Accademia Navale nel 1958, dove ha terminato gli studi con il grado di maggiore. Il presidente Ronal Reagan gli concesse il grado di viceammiraglio e poi fu assunto come consigliere di sicurezza nazionale (1983-1986). Fu colui che introdusse le nuove tecnologie nella Casa Bianca, specialmente le videoconferenze sicure, e colui che estese i poteri del Pentagono in materia di vigilanza elettronica (National Security Decision Directive 145).

Si è dimostrato più volte sleale nei confronti del suo paese. È stato il principale artefice dell’Irangate, vasto traffico internazionale di armi in violazione con le decisioni del congresso e manifestamente senza l’autorizzazione presidenziale. Per ottenere la liberazione di sette prigionieri detenuti dagli Hezbollah, l’ammiraglio Poindexter e il suo assistente, il tenente colonnello Oliver North hanno venduto armi all’Iran attraverso Israele, operazione finanziata mediante l’organizzazione di un altro traffico di armi, questa volta con destinazione l’estrema destra nicaguense, i Contras.
Un gran parte di tale operazione fu pagata con la cocaina. L’11 giugno 1990, dopo lunghi anni di indagini, Pointdexter fu ritenuto colpevole di “complotto, intralcio alla giustizia, distruzione di prove” e condannato a 18 mesi di prigione. La sentenza fu annullata da una giurisdizione superiore per un aspetto formale della dichiarazione dei testimoni, ma la Corte Suprema si oppose alla revisione del processo.

Indipendentemente dai suoi processi negli Stati Uniti, nel 1989, fu accusato dal governo della Costa Rica di essere il principale dirigente del traffico di cocaina nel paese. Tuttavia, non fu mai giudicato. Durante gli ultimi anni John Poindexter è arrivato a essere il vicepresidente della scoietà Syntek Technologies, vicina al Pentagono e ha diretto la costruzione del programma informatico Genoa, capace di esplorare clandestinamente i più importanti database informatici.

La IAO, il cui slogan è «Sciencia est Potentia» (Sapere è potere) ha fatto suo un emblema massonico preso dal biglietto americano ed è costituita da otto unità principali:

• Genysis la cui funzione è rendere compatibili tra loro le informazioni riunite in tutti i database pubblici del mondo, qualsiasi siano i programmi in cui sono contenuti. Direttore: Doug Dyer
• Genoa II, incaricata di proseguire con lo sviluppo del programma Genoa I di esplorazione clandestina dei database informatici.
• TIDES (le maree) per la traduzione atuomatica in inglese di tutte le lingue del mondo. Direttore: Charles Wayne
• Reperimento di prove e scoperta di lacci (Evidence Extractation and Links Discovery - EELD), per l’interpretazione delle informazioni riunite secondo i metodi migliorati di datamining Direttore: Ted Senator.
• EARS (le orecchie) la cui missione è trasformare in testo scritto le comunicazioni orli intercettate. Direttore: Charles Wayneù
• Biovigilanza, per la raccolta di informazioni che possano indicare la diffusoine di agenti biologici. Direttore: Ted Senator.
• Identificazione umana a distanza (Human Identification at Distance - HID) per lo sviluppo dei procedimenti biometrici per l’identificazione di sospetti in una moltitudine mediante videocamere intelligenti. Direttore: Jonathan Philips
• Simulazione di ambienti asimmetrici (War Gaming the Asymetric Environment - WAE). Direttore: Larry Willis.

Queste otto unità convergono per la creazione del più gigantesco sistema di controllo sociale mai immaginato - la conoscenza totale dell’informazione (Total Information Awareness - TIA): il Pentagono vuole raccogliere informazioni, lealmente o meno, di tutti i database possibili, pubblici o privati, americani o stranieri.

Vuole integrare le informazioni raccolte dai sistemi di intecettazione, principalmente ECHELON, e processarle secondo metodi derivati dal marketing commerciale per rilevare comportamenti sospetti, identificare i potenziali terroristi e colpirli preventivamente. L’ammiraglio Pointdexter stima che il programma sarà in fase operativa in un periodo tra i tre e i cinque anni ma numerosi esperti dubitano che si possano ottenere risultati significatici in un tempo così breve.

Per accelerare le indagini, la IAO ha incorporato tra le sue file gli ingegneri di Syntek e ha firmato contratti con la SAIC e Raytheon.

La TIA si trova già in fase di implementazione e la sua legalizzazione è sottoposta al Congresso durante la votazione del progetto di legge sulla sicurezza della patria (Homeland Security Act). Per la prima volta deputati e senatori dovranno pronunciarsi su un sistema di intelligence globale, cioè, planetario, che vigila indistintamente il territorio degli Stati Uniti e il resto del mondo, i cittadini statunitensi e gli stranieri. Ma anche, e soprattutto, di fronte al quale la nozione di vita privata non ha più senso.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Le rivelazioni della stampa Usa mettono in difficoltà il presidente. Nel 2003 le banche centrali di alcuni Paesi furono già messe al corrente
La Cia spia i conti bancari in tutto il mondo
Nuovo scandalo sulla sorveglianza totale. La Casa Bianca: «Così fermiamo i terroristi»
di Ennio Caretto su Corriere della Sera del 24/06/2006
Nasce un sito italiano per contrastare il Trusted Platform Module la nuova tecnologia per rendere più sicuri ma anche 'chiusi' i PC
In arrivo "l'informatica affidabile" ma per qualcuno è una minaccia
"Combattiamo per essere liberi scegliere il programma da usare"
di Francesco Caccavella su La Repubblica del 20/09/2005
Sempre più spesso la magistratura ricorre ad agenzie private. Ecco il racconto di uno dei veterani del settore
"In auto, al bar, al computer così scopriamo i vostri segreti"
di AA.VV. su La Repubblica del 17/09/2005

News in archivio

I messaggi, intercettati nel '42 dai nazisti che li avevano codificati con la celebre macchina, erano gli ultimi a resistere
Quei tre ultimi dispacci di Enigma un esercito di computer decifrarli
Grazie ad una enorme rete di pc svelato il primo. E ora gli altri
su La Repubblica del 28/02/2006
Bush costruirà una superbase a Taranto
Accordo di Cheney con il governo: 500 milioni di investimenti
su Il mondo del 13/02/2004
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0