Da La Repubblica del 28/11/2006

Le indagini

Il fratello della vittima interrogato a Roma

'Accertamenti' della Procura in cooperazione con i giudici inglesi * 'Era un patriota in guerra contro il terrore di Putin'

di Elsa Vinci

ROMA - Era andato a prendere il visto all' ambasciata britannica per partire per Londra. Finalmente dopo giorni di attesa, e poter partecipare ai funerali del fratello Aleksandr Litvinenko, ucciso a Londra con il polonio 210. Lì, a Porta Pia, lo hanno raggiunto gli uomini della Digos, su ordine del magistrato romano Pietro Saviotti. «Prego, ci segua». Maksim Litvinenko ha ritirato il suo visto e ha raggiunto gli uffici di polizia per farsi interrogare. Ha risposto per ore, per tutto il pomeriggio e fino a sera. Al pm ha detto tutto quello che sa, o meglio sospetta sulla morte dell' ex colonnello del Kgb. La procura di Roma per il momento non ha aperto un' inchiesta sull' omicidio dell' ex spia russa, ma indaga, svolge «accertamenti». Il pm Saviotti ha potuto convocare il giovane Maksim perché da tempo è al lavoro sui rapporti tra Mario Scaramella, l' ultimo a incontrare Aleksandr Litvinenko a Londra, e alcuni consulenti della commissione Mitrokin. Tra questi il colonnello ucciso e Euvgenij Limarev. L' inchiesta nasce dal presunto attentato a Paolo Guzzanti e a Scaramella, per il quale a Teramo ci sono già stati degli arresti. Adesso l' omicidio di Londra complica il quadro dell' inchiesta romana. E il magistrato ha voluto risentire Maksim, già ascoltato altre volte, perché interprete in Italia dell' ex spia. Tecnicamente l' interrogatorio resterà agli atti della procura di Roma e non è stato fatto per conto di Scotland Yard. Ma i contatti tra la polizia britannica e quella italiana ieri sono stati continui. Anche gli inglesi vogliono interrogare il giovane Maksim, ha 24 anni. Non solo. Scotland Yard ha chiesto ai nostri di rintracciare Scaramella, anche lui convocato dal coroner, il magistrato competente in caso di morti sospette. Maksim Litvinenko ha confermato al pm romano quanto dichiarato a Repubblica. «Mio fratello era un patriota in guerra contro il terrore di Putin». «Sì, dopo che lo hanno avvelenato ci siamo sentiti tutti i giorni». E prima? «Il primo novembre gli ho telefonato perché dovevo mandargli la traduzione di un articolo di Guzzanti. Mi ha detto che stava male». Maksim fa il cuoco a Senigallia e proprio in quella cittadina l' ex spia russa decise di denunciare un pericolo in arrivo dall' Ucraina: granate nascoste dentro Bibbie svuotate. Destinate - ripete Litvinenko - «a Guzzanti, a Scaramella e anche me, che facendo l' interprete sapevo molte cose». Per questo episodio a Teramo sono già sotto processo quattro ucraini: hanno trovato loro le granate. L' inchiesta romana è uno stralcio di quel processo. Saviotti è al lavoro sul versante "politico" della vicenda. è il progetto di uccidere Guzzanti, Scaramella e il fratello della spia a interessare la procura di Roma. «Sì - ha ripetuto Maksim - so di essere in pericolo».

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Londra espelle 4 diplomatici russi. Guerra di spie tra il Volga e il Tamigi
Tutto nasce come rappresaglia contro Mosca che ha negato l'estradizione di Lugovoi, accusato dalla Gran Bretagna di essere l'omicida di Litvinenko
di AA.VV. su La Repubblica del 16/07/2007
Nel computer dell'ex consulente della Mitrokhin 19 pagine sul premier. Poi i pm di Milano Spataro e Salvini, il direttore del Cesis e i giornalisti di Repubblica
Il falso dossier di Scaramella "Così la Russia manipola Prodi"
I pm hanno chiesto di utilizzare le registrazioni telefoniche tra Scaramella e il presidente della Mitrokhin
Scaramella e la trappola della Mitrokhin
"Guzzanti parte lesa". Ma nelle carte spunta un´altra ipotesi
di Giuseppe D'Avanzo su La Repubblica del 27/12/2006

News in archivio

Identificato l’avvelenatore di Litvinenko
Scotland Yard scopre il «quarto uomo» che incontrò l’ex spia russa e lo uccise con una dose letale di polonio
su Il Tempo del 21/01/2007
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0