Imre Kertész

Ungheria

Imre Kertész (Budapest, 9 novembre 1929) è uno scrittore ungherese, sopravvissuto ai campi di sterminio nazisti e premio Nobel per la letteratura nel 2002.
Nato in una famiglia di origine ebraica, fu deportato ad Auschwitz nel 1944, a quindici anni, e poi trasferito a Buchenwald, dove fu liberato nel 1945, unico sopravvissuto della sua famiglia; tornato in Ungheria, ormai solo, nel 1948 cominciò a lavorare come giornalista per un quotidiano di Budapest. Quando nel 1951 il giornale divenne organo del partito comunista Kertész fu licenziato. Dopo due anni di servizio militare, per mantenersi iniziò a scrivere romanzi e a tradurre opere di Freud, Nietzsche, Canetti, Wittgenstein e altri.

Essere senza destino, il suo primo e più famoso romanzo, descrive l'esperienza di un ragazzo ungherese di quindici anni nei campi di sterminio nazisti di Auschwitz, Buchenwald e Zeitz. Il romanzo, scritto in dieci anni, è basato sull'esperienza diretta dell'autore. Egli stesso ha dichiarato: Ogni volta che penso a un nuovo romanzo penso a Auschwitz.

Kertész e la sua opera furono messe al bando ed è stato riconosciuto come scrittore di fama sia in patria che all'estero solo dopo il crollo del Muro di Berlino.

Nel 2002 gli fu conferito il Premio Nobel per la letteratura, la cui motivazione fu for writing that upholds the fragile experience of the individual against the barbaric arbitrariness of history (per una scrittura che sostiene la fragile esperienza dell'individuo contro la barbarica arbitrarietà della storia).

In una petizione inviata a tutti i leaders europei e rumeni, Kertész chiede l'apertura di un'università in lingua magiara per il milione e mezzo di ungheresi che vivono in Romania.
In un articolo pubblicato il 22 febbraio 2006 sul quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, Kertész lancia un violento attacco contro la Babeş-Bolyai University di Cluj-Napoca nella regione della Transilvania in Romania, definendo l'università "a relic of the national-socialist era" (una reliquia dell'era nazista).

Libri consigliati


 
Cos'è Archivio900?
«Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realtà è una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)»... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0