Alessandro Zuccari

Storico − Italia

E' professore ordinario di Storia dell’arte moderna nell’Università di Roma
La Sapienza e socio corrispondente dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

Nato a Roma nel 1954, si è laureato in Lettere all’Università di Roma “La Sapienza” e diplomato alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte medioevale e moderna della medesima Università.

Dall’anno accademico 1981/1982 ha insegnato Storia dell’Arte nelle Accademie di Belle Arti di L’Aquila, Urbino e Bologna come assistente supplente e come docente supplente, entrando in ruolo nell’ottobre 1984. Trasferitosi alle sedi di L’Aquila e Firenze, nel biennio 1987-1989 ha ottenuto l’utilizzazione per il Centro di Studi sul Rinascimento a Roma e nel Lazio, presso l’Istituto di Storia dell’Arte della Facoltà di Lettere e Filosofia de “La Sapienza”.

Vincitore del concorso per posti di professore associato in Storia dell’Arte medioevale e moderna (bandito il 20.07.1984), dal novembre 1989 all’ottobre 1998 ha ricoperto l’insegnamento di Storia dell’Arte (poi Storia dell’Arte moderna) presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti (con sede a Pescara). Dal 1° novembre 1998 ha ottenuto il trasferimento alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza” come docente di Storia dell’Arte del Lazio in età moderna.

Ha anche ricoperto, nell’a.a. 1991/1992, la supplenza di Storia dell’Arte moderna presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università della Tuscia (Viterbo) e ha insegnato Storia dell’Arte moderna nella Scuola di Specializzazione di Storia dell’Arte della Sapienza.

Vincitore, nel novembre 2001, del concorso di Prima Fascia, L-ART/02 – Storia dell’Arte moderna, è attualmente professore ordinario di Storia dell’Arte moderna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza”.

Per due mandati, dal luglio 2004 al luglio 2010, è stato presidente del Corso di Laurea Specialistica (poi Magistrale) in Studi storico artistici.
Fa parte del Collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Storia dell’Arte della medesima Facoltà e del Consiglio direttivo del MLAC (Museo Laboratorio di Arte Contemporanea della Sapienza).

---------------
Consulente della Banca d’Italia per l’arte moderna e contemporanea dal 1985, dal 2002 è uno dei quattro componenti della Commissione Opere d’Arte del medesimo Istituto.

Dal 2006 è membro del Comitato d’Indirizzo della Fondazione Roma. In qualità di storico dell’arte ha attivamente collaborato alle rilevanti iniziative culturali promosse dalla Fondazione.

Ha partecipato all’ideazione della rivista “Art & Dossier” affiancando Maurizio Calvesi nella direzione scientifica dal 1985 al 1990; ha collaborato con “Storia dell’arte”, “Bollettino d’Arte”, “ARS Arte e Storia” e con altre riviste scientifiche. Da tempo è tra i redattori di “Storia dell’arte”.

E’ stato presidente del Comitato Nazionale per il 550° anniversario della morte del Beato Angelico (2005-2009). In tale veste, tra altre iniziative, ha organizzato un convegno internazionale e un’importante mostra monografica sul maestro toscano (Musei Capitolini, aprile-luglio 2009).

Dal 2008 è segretario-tesoriere del Comitato Nazionale per il Caravaggio, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività culturali in occasione del IV Centenario della morte del maestro lombardo, che ha promosso e curato numerose iniziative editoriali ed espositive di alto profilo scientifico.

Dal luglio 2010 è socio corrispondente dell’Accademia Nazionale di Lincei

------------
Numerosi sono i convegni scientifici, per lo più di respiro internazionale, e le mostre di arte moderna e contemporanea a cui ha partecipato o che ha personalmente promosso e curato. Le sue pubblicazioni ricoprono un arco di interessi che va dal XV al XVIII secolo.

Sul Quattrocento ha condotto ricerche relative alla Roma di Sisto IV e alla pittura viterbese; ha curato il volume Angelicus pictor. Ricerche e interpretazioni sul Beato Angelico (Milano 2008) e ha organizzato la mostra monografica Beato Angelico. L’alba del Rinascimento, il cui catalogo (a cura di A. Zuccari, G. Morello e G. de Simone, Milano 2009) costituisce un punto di riferimento imprescindibile per gli studi angelichiani.

Tra le numerose pubblicazioni sulla produzione artistica del Cinquecento – oltre ai contributi su maestri quali Sebastiano del Piombo, Barocci, Roncalli, Vanni e Federico Zuccari – si segnalano il quaderno Raffaello e le dimore del Rinascimento (Firenze 1986) e il volume San Pietro in Montorio (a cura di A. Zuccari, Roma 2004).

Gli studi sulle imprese artistiche di Gregorio XIII, Sisto V (in particolare il volume I pittori di Sisto V, Roma 1992) e del tempo di Clemente VIII, oltre a fornire circostanziate ricognizioni d’insieme e a ricostituire le procedure messe in atto nei grandi cantieri pittorici, hanno raggiunto decisive acquisizioni filologiche e attributive su decine di pittori italiani e stranieri.

Di notevole spessore storico-critico sono i saggi sulla produzione artistica di grandi ordini religiosi (gli Oratoriani, i Gesuiti e i Cappuccini) e su vari committenti e collezionisti (tra i quali Alessandro de’ Medici, Cesare Baronio, Francesco M. Del Monte e Benedetto Giustiniani).

Al Caravaggio, al suo ambiente, alle sue opere, ha dedicato numerose pubblicazioni, tra cui i volumi Arte e committenza nella Roma di Caravaggio (Torino-Roma 1984), Caravaggio controluce. Ideali e capolavori (Milano 2011). Estendendo la sua ricerca ai seguaci del Merisi, è giunto a una trattazione organica del caravaggismo europeo con l’importante opera in due volumi, I Caravaggeschi. Percorsi e protagonisti (a cura di A. Zuccari, Ideazione e direzione scientifica di C. Strinati e A. Zuccari, Milano 2010). Dedicato a questi temi è anche il libro Da Caravaggio ai Caravaggeschi (a cura di M. Calvesi e A. Zuccari, Roma 2009).

Tra i contributi riguardanti il Sei e Settecento, oltre ad alcuni studi su Francesco Borromini, si segnalano i volumi Innocenzo X Pamphilj. Arte e potere a Roma nell'Età Barocca (a cura di A. Zuccari e S. Macioce, Roma 1990) e La Storia dei Giubilei. Volume terzo 1600-1775 (a cura di A. Zuccari, Firenze 1999).

 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0