Massima sicurezza. Dal carcere speciale allo stato penale

Edito da Odradek Edizioni, 2002
228 pagine, € 13,00
ISBN 8886973381

di Salvatore Verde

Quarta di copertina

Chi si è stupito e indignato per la mattanza perseguita a Genova dalle “forze dell’ordine”;chi è inorridito davanti alle pozze di sangue nella scuola Diaz o ascoltando i racconti di quanti sono passati nella caserma di Bolzaneto, è bene che sappia che tutto ciò è la normalità della segregazione. Una “normalità” in rapida degenerazione, che avanza sull’onda di una svalutazione integrale della sfera dei diritti a semplice “ostacolo” della redditività delle imprese, dell’efficienza della pubblica amministrazione, della pervasività illimitata delle sue capacità di controllo. Dell’ “ordine”, insomma.
Trent’anni dopo Il carcere in Italia di Giulio Salierno, ecco il libro che fa di nuovo il punto e a capo su quel mondo oscuro, volutamente ignorato, che è l’interno del carcere e delle logiche che lo governano. Logiche che è bene conoscere, sezionare e confutare specie quando – come ora – si vanno estendendo oltre e fuori le mura, disegnando le “nuove” relazioni tra potere e popolo nella vita sociale quotidiana.
Dall’inizio degli anni ’70 ad oggi, movimenti interni ed esterni al carcere ne hanno messo in discussione la natura e l’essenza come paradigma costitutivo dell’universo concentrazionario. La risposta dello Stato si è condensata in due riforme del diritto penitenziario (nel ’75 e nell’86), entrambe orientate alla rottura della “separatezza” tra carcere e società civile. L’intenzione riformista, realizzata solo in minima parte, era “umanizzare” il carcere; la pratica quotidiana è stata indirizzata invece nel senso di legittimare nella società “libera” concetti e prassi della disumanizzazione. Né si è verificato alcun processo “molecolare” di diffusione spontanea. Anzi, come Genova dimostra, è in corso di realizzazione centralizzata l’idea che il popolo fuori la cerchia del potere sia un “nemico” cui non va riconosciuto nessun diritto. E che al controllore centrale, livida reincanazione dell’ “occhio di dio che tutto vede”, nulla debba mai sfuggire.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

È in Sudafrica: «Voglio tornare». Aiutò Giannettini e Pozzan dopo Piazza Fontana e diede un dossier a Pecorelli
Maletti e gli anni delle stragi. Niente grazia al generale 007
Il no di Napolitano. Due condanne ma nessun giorno in cella
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 29/05/2009
Giornata della memoria, il Quirinale include Giorgiana Masi
Vittime del terrorismo, la lista del Colle
Per la prima volta si celebrano tutti i caduti degli anni di piombo. Il ricordo in un volume
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 09/05/2008
L'intervista. Il magistrato di piazza Fontana: ora serve una riconciliazione
«Impunità per i protagonisti che sveleranno i misteri»
Il giudice Salvini: sì a una commissione con giuristi e storici

News in archivio

Incendiata anche la bandiera e la corona che ricorda il militante di Autonomia ucciso dai Nar 27 anni fa. Scoperto l'atto di vandalismo dall'anziana madre: "Un gesto vigliacco". Marrazzo: "Enorme inci
Roma, fuoco alla lapide di Verbano. Veltroni: "Bisogna evitare il clima di odio"
su La Repubblica del 19/05/2007
Pizzinato: errore dare la basilica. La Russa: discriminazione
Terrorismo nero, morto Azzi. Messa in Sant’Ambrogio: è lite
su Corriere della Sera del 12/01/2007
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0