Il «golpe Borghese». Un golpe virtuale all'italiana

Edito da Lo Scarabeo, 2006
136 pagine, € 16,00
ISBN 8884780928

di Adriano Monti

Quarta di copertina

È il primo libro di memorie sul “golpe Borghese” nel quale non si parla tanto dell’azione “militare” quanto delle ragioni che lo hanno prodotto e dei rapporti a livello internazionale che lo hanno determinato. Scritto con prosa sobria e asciutta, senza concessioni alla retorica e al reducismo, il libro di Monti contribuisce a rendere più chiara una pagina importante della storia italiana. La figura di Junio Valerio Borghese, il “principe nero”, come era chiamato dalla pubblicistica dell’epoca, emerge in un ritratto nitido, reso chiaro dalle interconnessioni internazionali (Kissinger e Skorzeny, per fare altri nomi significativi di questa storia) fissate già alla fine del secondo conflitto mondiale in un intreccio interessante che aveva un solo scopo: quello di tenere lontani i comunisti dall’area del potere. Il “golpe” del dicembre 1970 rappresenta l’ultimo atto della strategia della “cortina di ferro” o del “contenimento” del comunismo internazionale e del suo ispiratore, l’URSS. Monti mette bene in rilievo come il varo del governo di centro-sinistra (1963) rompa alcuni equilibri tipici del periodo del centrismo e induca alcuni ambienti militari e politici a provvedere alla messa in mora dei comunisti, accusati di preparare un piano eversivo. Documentata e seria, la memoria di Monti affronta anche le relazioni tra alcuni ambienti americani e personalità del Governo italiano, senza per altro giungere a conclusioni, n´ assolutorie, n´ giudicatorie.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La verità sul golpe Borghese... 35 anni dopo
Inchiesta di Raitre "La storia siamo noi": le carte della Cia e le nuove testimonianze sulla notte di "Tora-Tora"; Giulio Andreotti, il ruolo della P2 e l'occupazione del Viminale
di Saverio Ferrari su Liberazione del 07/12/2005
Dopo 35 anni un testimone riapre il caso. Il senatore: inimmaginabile, sto bene con la democrazia
E la Cia disse: sì al golpe Borghese ma soltanto con Andreotti premier
di Giovanni Maria Bellu su La Repubblica del 05/12/2005
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0