Da Nuova Agenzia Radicale del 28/09/2006

Somalia. Giustiziato a Mogadiscio dalle corti islamiche

Un giovane è stato messo a morte in pubblico nella capitale somala Mogadiscio, dopo essere stato riconosciuto responsabile di omicidio.

Si tratta della prima esecuzione a Mogadiscio da quando – nel giugno 2006 – l’Unione delle Corti Islamiche ha strappato il controllo della città ai “signori della guerra”. All’esecuzione di Abduqadir Diriye, 25 anni circa, hanno assistito più di 6.000 persone.

L’uomo avrebbe ammesso l’omicidio di un imprenditore, avvenuto nel corso di una lite su un telefono cellulare. Un pubblico ministero delle Corti Islamiche aveva avvertito le persone per radio affinché assistessero all’esecuzione, avvenuta in piazza nei pressi di un’accademia di polizia.

Spettatori e giornalisti erano stati avvisati di non scattare fotografie.
Da dietro una mitragliatrice montata su una jeep, un uomo controllava la folla.

Al prigioniero sono stati legati mani e piedi e coperto il capo, poi gli è stato detto di pregare, infine è stato fucilato da un plotone di otto uomini. Dalla folla si sono levate grida “Allah è grande”, mentre altri spettatori hanno manifestato disappunto.

Un militante islamista di nome Omar Iman ha spiegato a tutti i presenti che l’esecuzione costituisce un deterrente: “Abbiamo cominciato ad applicare la sharia. E’ un avvertimento per i potenziali criminali”, ha detto.
In origine era prevista l’esecuzione di un secondo uomo, la cui condanna a morte è stata tuttavia commutata in ergastolo dopo che la sua famiglia ha chiesto clemenza.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Rieplode la guerra civile in Somalia
La battaglia di Mogadiscio
di Luciano Scalettari su Famiglia cristiana del 14/04/2007
Pena di morte, da Addis Abeba il premier spinge per la moratoria
L'Italia all'Unione Africana: «Siamo pronti a ospitare un summit sulla Somalia»
Prodi: nei negoziati anche i moderati delle Corti islamiche
di Francesco Alberti su Corriere della Sera del 30/01/2007
La drammatica avventura dell'inviato del Corriere in Somalia
«Le mie ore di terrore in mano ai miliziani»
Massimo Alberizzi arrestato e portato all'aeroporto di Mogadiscio. «Il luogo ideale per un'esecuzione». L'interrogatorio e il rilascio
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0