Da La Repubblica del 25/08/2005

Il governo si smarca da Scelli. "In Iraq sue iniziative autonome"

News presente nelle categorie:
Il mondo in guerra: ieri, oggi, domaniIeriLe guerre del Golfo
ROMA - Palazzo Chigi smentisce Scelli sulla vicenda degli ostaggi italiani liberati in Iraq. L'ex commissario straordinario della Cri in una intervista pubblicata oggi dalla Stampa, aveva parlato della necessità di "tacere agli americani i tentativi di liberare gli ostaggi". Una condizione, secondo Scelli, "irrinunciabile per garantire l'incolumità degli ostaggi e nostra che feci mia sin dal primo giorno"

Ora la presidenza del Consiglio sottolinea che il rapporto con "l'Alleato è sempre stato pieno e reciproco", una collaborazione, "franca e leale" che "non è mai venuta meno". Palazzo Chigi rimarca di non aver mai orientato le scelte di Scelli, che invece sostiene di aver agito, all'epoca, concordemente con il sottosegretario Gianni Letta e con Nicola Calipari il quale, "consapevole di questa direttiva - dice ancora Scelli - si raccomandò con me di non parlarne neppure al generale Mario Marioli, italiano, vicecomandante delle forze alleate in Iraq che, invece, fu informato dallo stesso Calipari dell'operazione Sgrena".

Insomma le notizie apparse oggi sulla Stampa sarebbero "ricostruzioni riconducibili alla sfera di autonomia, nazionale e internazionale, propria della Croce Rossa", come afferma una nota diffusa dall'ufficio stampa di Palazzo Chigi. "Le autorità di governo della repubblica e i suoi apparati non hanno mai condizionato nè orientato la sua azione che, si ribadisce, si è sviluppata in piena autonomia".

E Scelli rettifica l'intervista: "Palazzo Chigi smentisce di aver partecipato direttamente a questa trattativa a questa operazione, ed è la verità - ha detto al Tg2 -. Questa è un'operazione che abbiamo sempre rivendicato come nostra, i rapporti sono stati gestiti da noi, i rapporti con il personale iracheno, rapporti con i mediatori, rapporti con tutti coloro che hanno fatto in modo, ponendo delle condizioni precise di cui io solo informalmente poi facevo partecipi le istituzioni, di poter concludere nella maniera che tutti sappiamo. Abbiamo curato terroristi? Non lo so, per me erano solo iracheni. Rapporti diretti con i terroristi non ci sono mai stati".

Scelli non entra nel merito della vicenda Calipari: "Del sequestro della Sgrena non sappiamo nulla - afferma -. Posso solo dire che Nicola Calipari a me ha dato la certezza di essere un uomo di grande professionalità e di grande responsabilità. Uno in grado di assumere ogni qualsiasi decisione".

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Raccontare il conflitto in Iraq è diventata, per i media, un'impresa più letale di quelle toccate alle precedenti generazioni di reporter di guerra
Iraq, uccisi più giornalisti che in Vietnam e nella Seconda Guerra mondiale
di . Redazione su Ansa del 12/06/2006
Fu una Lawrence d'Arabia in gonnella. Ma i suoi errori commessi a Bagdad si ripetono oggi
La lezione di Gertrude Bell: guai a chi tocca l'Iraq
di Ennio Caretto su Corriere della Sera del 23/03/2006

News in archivio

13 febbraio 1991, Bagdad: la strage annunciata
Quindici anni fa i bombardieri americani facevano strage di civili a Bagdad
Circa 400 civili, quasi tutti donne e bambini, muoiono all'interno del bunker in cui avevano trovato riparo. Gli USA, responsabili dell'attacco, diranno che si trattava di un obiettivo militare
su mondoacolori.org del 13/02/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0