Da mondoacolori.org del 28/08/2005

Iraq, fuoco americano su auto Carabinieri

News presente nelle categorie:
Il mondo in guerra: ieri, oggi, domaniIeriLe guerre del Golfo
Un colpo contro i carabinieri. Un'auto dei carabinieri, in servizio presso la nostra ambasciata, è stata raggiunta da un colpo d'arma da fuoco sparato da un militare americano, lungo la strada dell'aeroporto. Nessun ferito, solo l'auto è stata danneggiata. Secondo quanto si è appreso, i militari erano andati in aeroporto a prelevare qualcuno. Di rientro in città, la vettura avrebbe superato alcune auto civili, accodandosi poi a un convoglio americano.

A questo punto, non è chiaro quel che sia accaduto: secondo alcune fonti, mentre i militari Usa invitavano a mantenere l'accodamento, i carabinieri, dopo aver fatto una segnalazione, e convinti di essere stati riconosciuti, avrebbero tentato di superare il convoglio. Ma dall'ultimo mezzo della colonna Usa un militare ha sparato, colpendo il parabrezza. Poi l'incidente è stato chiarito.

Le strade che collegano l'aeroporto di Bagdad al centro della città sono considerate estremamente pericolose e presidiate dai militari Usa con posti di blocco e check point. Proprio lungo questo tragitto, lo scorso mese di marzo, morì il funzionario del Sismi Nicola Calipari, la cui vettura fu raggiunta da fuoco americano subito dopo la liberazione di Giuliana Sgrena.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Raccontare il conflitto in Iraq è diventata, per i media, un'impresa più letale di quelle toccate alle precedenti generazioni di reporter di guerra
Iraq, uccisi più giornalisti che in Vietnam e nella Seconda Guerra mondiale
di . Redazione su Ansa del 12/06/2006
Fu una Lawrence d'Arabia in gonnella. Ma i suoi errori commessi a Bagdad si ripetono oggi
La lezione di Gertrude Bell: guai a chi tocca l'Iraq
di Ennio Caretto su Corriere della Sera del 23/03/2006

News in archivio

13 febbraio 1991, Bagdad: la strage annunciata
Quindici anni fa i bombardieri americani facevano strage di civili a Bagdad
Circa 400 civili, quasi tutti donne e bambini, muoiono all'interno del bunker in cui avevano trovato riparo. Gli USA, responsabili dell'attacco, diranno che si trattava di un obiettivo militare
su mondoacolori.org del 13/02/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0