Da Corriere della Sera del 12/01/2007

Pizzinato: errore dare la basilica. La Russa: discriminazione

Terrorismo nero, morto Azzi. Messa in Sant’Ambrogio: è lite

MILANO — Chi accusa parla di «eccessiva visibilità». Di un «errore della chiesa». La risposta: «Discriminazioni odiose. Si vergognino». Toni caustici, anche se si parla di un funerale. Non un funerale qualsiasi, però, quello che si celebra stamattina nella basilica di Sant’Ambrogio, aMilano. Militanti di estrema destra di tutta Italia si raduneranno per l’ultimo saluto a Nico Azzi, 55 anni, morto
mercoledì scorso e passato alla storia del terrorismo nero per l’attentato al treno Roma-Genova del 7 aprile 1973. A qualcuno, Anpi e partiti della sinistra, la concessione di un luogo simbolico della cristianità
milanese è sembrata «stonata» per«un uomo dal passato così pesante». La memoria corre agli ultimi funerali illustri celebrati in Sant’Ambrogio: Giacinto Facchetti, Ambrogio Fogar,Giovanni Raboni. Cerimonie che hanno raccolto il dolore di un’intera città. Sui funerali di Azzi pesa invece la memoria della
Milano spaccata tra rossi e neri. Davide Tinelli, consigliere comunale di Rifondazione, premette che bisogna «avere rispetto della morte». Ma aggiunge: «Non dimentichiamo che Azzi è stato condannato per reati che presupponevano il disprezzo per la vita umana di comuni cittadini». Dunque: «Più adeguato un funerale normale». Parole come scintille. Ignazio La Russa, capogruppo di An alla Camera,
risponde d’istinto: «Si vergognino. Dimenticano la pietà cristiana. Contro queste discriminazioni odiose
andrò a rendere omaggio alla salma ». Ma Antonio Pizzinato, vice presidente dell’Anpi, vede «una contraddizione tra il funerale negato a Welby e la concessione di Sant’Ambrogio ad Azzi. Credo che sia un errore». Nel tentativo di attentato del ’73, Nico Azzi rimase ferito perché l’ordigno gli scoppiò tra le mani. Venne condannato a 13 anni. Iscritto al Msi, aveva aderito alla Fenice, gruppo collegato a Ordine Nuovo. Altra condanna, a due anni, per la morte di un agente di polizia durante una manifestazione.
Marco Carucci (Forza nuova) dice che le «polemiche non sono degne di risposta. Pensano che un luogo simbolo della cristianità sia deturpato da un fascista? Non alzino il loro ditino ». È stata la famiglia di
Azzi a chiedere le esequie in Sant’Ambrogio, perché la figlia frequentava ogni giorno l’oratorio accompagnata dal padre. «Per una motivata ragione familiare si può chiedere il funerale in una parrocchia diversa da quella di residenza — spiega monsignor ErminioDe Scalzi, abate di Sant’Ambrogio
— non c’è attinenza con il valore simbolico della basilica». Andrea Fanzago (Margherita) si augura
«che ci siano parole di rispetto per gli avversari». EMilano, nel 2007, scopre che gli anni dei funerali «scortati» dalla polizia non sono poi così lontani.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

È in Sudafrica: «Voglio tornare». Aiutò Giannettini e Pozzan dopo Piazza Fontana e diede un dossier a Pecorelli
Maletti e gli anni delle stragi. Niente grazia al generale 007
Il no di Napolitano. Due condanne ma nessun giorno in cella
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 29/05/2009
Giornata della memoria, il Quirinale include Giorgiana Masi
Vittime del terrorismo, la lista del Colle
Per la prima volta si celebrano tutti i caduti degli anni di piombo. Il ricordo in un volume
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 09/05/2008
L'intervista. Il magistrato di piazza Fontana: ora serve una riconciliazione
«Impunità per i protagonisti che sveleranno i misteri»
Il giudice Salvini: sì a una commissione con giuristi e storici

News in archivio

Incendiata anche la bandiera e la corona che ricorda il militante di Autonomia ucciso dai Nar 27 anni fa. Scoperto l'atto di vandalismo dall'anziana madre: "Un gesto vigliacco". Marrazzo: "Enorme inci
Roma, fuoco alla lapide di Verbano. Veltroni: "Bisogna evitare il clima di odio"
su La Repubblica del 19/05/2007
 
Cos'è Archivio900?
«Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realtà è una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)»... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0