Da La Repubblica del 13/09/2005

Rogo di Primavalle Lollo sarÓ interrogato

Il Tribunal de justicia superior brasiliano ha dato via libera alla richiesta di rogatoria internazionale della Procura di Roma

ROMA - Via libera per la rogatoria di Achille Lollo. L' ex esponente di Potere operaio, che vive in Brasile e che è stato condannato per il rogo di Primavalle, nel quale morirono i due fratelli Stefano e Virgilio Mattei, potrà essere interrogato. Il "Superior Tribunal de Justica brasiliano ha concesso l'exequatur per la rogatoria internazionale presentata dalla Procura di Roma "per l'escussione di Achille Lollo nell'ambito del procedimento penale a carico di Diana Perrone, Elisabetta Lecco e Paolo Gaeta". Le tre persone che, per Lollo, hanno partecipato all'azione di 32 anni fa, insieme a Grillo e Clavo.

Il Tribunale ha trasmesso gli atti al ministero della Giustizia brasiliano, che dovrà fissare la data per l'interrogatorio di Lollo d'intesa con la magistratura dello Stato di Rio de Janeiro, dove l'uomo risiede.

Achille Lollo, condannato a 18 anni per il rogo di Primavalle, fece solo due anni di carcere, poi riuscì a fuggire in Brasile. Nel 1993, la richiesta di estradizione cadde nel vuoto perché, per le autorità brasiliane, il reato era prescritto. Poi, all'inizio di quest'anno, la pena per Lollo, Grillo e Marino Clavo, è stata dichiarata estinta dalla Corte d'Appello di Roma.

Qualche settimana dopo, ai primi di febbraio, Lollo dichiarò che quella sera a Primavalle, non erano in tre ma in sei: "Con noi c'erano anche Paolo Gaeta, Diana Perrone e Elisabetta Lecco. Che sono rimasti liberi e tranquilli per 32 anni". Poi, l'ex militante di Potere Operaio è tornato sulla vicenda a "Porta a porta" sostenendo che "il rogo fu colpa dei Mattei" che dopo l'attentato (fatto con del diserbante) se ne andarono che l'incendio era già spento: "Non so cosa sia successo dopo".

Grillo che ha trascorso tutta la sua latitanza in Nicaragua, ha invece sostenuto che all'attentato parteciparono solo in tre. Anche per Grillo non è impossibile che l'incendio sia scoppiato dopo per qualche altra causa.

Sulla base di tutte queste affermazioni, la procura di Roma ha deciso di riaprire il caso e ha quindi inoltrato le richieste di rogatorie per ascoltare Lollo e Grillo.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Parla uno dei tre attentatori, ex di Potop, fuggito in Nicaragua. Un nastro registrato e sottoscritto riapre il caso giudiziario del '73
"Primavalle, strage firmata Br". Grillo: eravamo brigatisti in prova
di Marco Ansaldo su Corriere della Sera del 19/10/2006
Il documento con le registrazioni di Grillo: "Dopo Primavalle
"A capo dell'organizzazione un uomo potente, mai scoperto"
Di seguito alcuni brani delle dichiarazioni registrate di Manlio Grillo e della sua "intervistatrice":
di AA.VV. su Corriere della Sera del 19/10/2006
 
Cos'´┐Ż Archivio900?
´┐ŻIo so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt´┐Ż ´┐Ż una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)´┐Ż... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono giÓ registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0