Da Agi del 23/11/2005

Italia: dopo 23 anni inizia processo per omicidio Calvi

ROMA - Oggi si terrà la prima udienza del processo per l'omicidio di Roberto Calvi, il presidente del Banco Ambrosiano trovato impiccato a Londra sotto il ponte dei Frati Neri il 18 giugno del 1982. Il mistero della morte del "banchiere di Dio" è rimasto insoluto per oltre vent'anni, e adesso, dopo la riapertura dell'inchiesta nel 2003 da parte delle autorità inglesi prima e di quelle italiane poi, potrebbe finalmente arrivare ad una soluzione, anche se nell'udienza odierna si profila la possibilità di un nuovo rinvio.

Ventitrè anni di indagini, racchiusi in 200 faldoni conservati negli archivi dei soli tribunali italiani. Centocinquantamila pagine di riscontri, inchieste, interrogatori, perizie, da aggiungere a quelle scritte e conservate nelle stanze di Scotland Yard. È in questa enorme mole di materiale che si celano i segreti e le rivelazioni di uno dei più colossali scandali della storia economica e finanziaria internazionale.

Il processo nell'aula bunker di Rebibbia a Roma, sarebbe dovuto partire il mese scorso. Ma il 6 ottobre, giorno ufficiale dell'apertura delle udienze, era arrivato il primo stop, per il mancato rispetto dei termini di notifica della presentazione di uno dei quattro imputati, Silvano Vittor, il contrabbandiere che accompagnò Calvi a Londra e gli fornì il passaporto falso.

Insieme a Vittor sono stati rinviati a giudizio Pippo Calò, ritenuto il cassiere della mafia, il faccendiere Flavio Carboni, Ernesto Diotallevi, ritenuto uno dei boss della Banda della Magliana e l'ex compagna di quest'ultimo, Manuela Kleinszig, austriaca. Per tutti loro l'accusa è di omicidio e premeditato.

In particolare Vittor, sulla base di prove testimoniali raccolte di recente, sarebbe accusato di essere uno degli esecutori materiali dell'assassinio. Ma nello sviluppo delle indagini sono emersi anche altri nomi, almeno una decina, che figurano in un diverso procedimento per lo stesso reato. Tra questi quello dell'ex capo della Loggia P2, Licio Gelli, che sarebbe stato uno dei mandanti. Il nome del maestro P2, tuttavia, fa parte di un filone stralcio aperto dai pubblici ministeri.

Secondo l'accusa sarebbero almeno tre i motivi che portarono al delitto: Calvi, innanzitutto, aveva male amministrato il denaro di Cosa Nostra, e c'era anche il sospetto che rivelasse i segreti del riciclaggio attraverso il Banco Ambrosiano, che ben conosceva. E, infine, dopo il delitto, gli assassini ritenevano di poter avere maggiore peso negoziale nei confronti di coloro che erano coinvolti con Calvi. Il banchiere, insomma, fu ucciso per punizione e per impedirgli di fare ricatti. Era necessario occultare i traffici fatti alle spalle e tramite il Banco Ambrosiano e impedire al "banchiere di Dio" di ricattare i referenti politico-istituzionali della massoneria, della loggia "P2" e dello IOR (Istituto per le opere di religione, la banca del Vaticano) con i quali Calvi aveva gestito enormi investimenti e finanziamenti.

La notte del 18 giugno Calvi lasciò il suo albergo, un hotel di terza categoria, e non vi fece più ritorno. Il mattino seguente un passante lo trovò impiccato sotto il ponte. Da subito si diede per buona la pista del suicidio, nonostante le pressioni dei familiari ad indagare in altre direzioni. Una tesi definitivamente smantellata dalle perizie londinesi e italiane.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Il coinvolgimento nel crac del Banco Ambrosiano. Dalla fine di papa Luciani al rapimento di Emanuela Orlandi, tutti i misteri d’Italia sui quali non ha mai voluto parlare
La morte di Paul Marcinkus «banchiere diDio» in esilio
Aveva 84 anni, viveva in Arizona. Lo Ior e i rapporti con Calvi e Sindona
di Massimo Gaggi su Corriere della Sera del 22/02/2006
L'attuale presidente di Intesa-San Paolo, nell'agosto di 25 anni fa prese in mano il Nuovo Banco che nasceva dal Vecchio travolto dagli scandali
Bazoli: "La mia vera storia all'Ambrosiano tra Calvi e la P2"
"Quando mi proposero l'incarico esitai. Il quadro del Paese era drammatico con la mafia che dilagava e la loggia segreta appena scoperta"
di Massimo Giannini su La Repubblica del 07/08/2007

News in archivio

CASO CALVI: MAGISTRATI CHIEDONO ACQUISIZIONE NUOVI ATTI DI INDAGINE
DAGLI INDUMENTI DEL BANCHIERE AI LIBRETTI DI VOLO DI DUE PILOTI, ECCO LE NUOVE PROVE
su Adnkronos del 23/11/2005
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0