Mario Tuti

Militante politico − Italia

Nato a Empoli, viso di ragazzo tranquillo, impiegato al Comune. E' felicemente sposato, ha un figlio, gode della stima dei colleghi. Qualcuno sa di certe sue simpatie per la destra extraparlamentare e della mania di collezionare armi, ma, in generale, non è ritenuto un estremista, né tanto meno pericoloso.
E' tra i fondatori, invece del Fronte Nazionale Rivoluzinario di Arezzo e sarà condannato per tre attentati ferroviari.
Nell'agosto 1987, nel penitenziario di Porto Azzurro, Tuti guiderà un tentativo di fuga alla testa di altri quattro detenuti comuni. La fuga non riesce e si trasforma in rivolta. I cinque si barricano con trentasei ostaggi nell'infermeria del carcere e resisteranno per sette giorni prima di arrendersi.

 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono gi registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0