F15

F-15 − Stati Uniti

L'F15 è un caccia estremamente manovrabile, che può operare in qualsiasi situazione meteorologica e di visibilità, progettato per mantenere la superiorità aerea. Questa superiorità gli viene conferita dalla sua accelerazione, manovrabilità, raggio, armi e avioniche. Oggigiorno però, l'F-15 è stato superato in questi aspetti da aerei come il Su-35, il Rafale e l'Ef2000 e complessivamente è più o meno al loro stesso livello se non inferiore. I sistemi di bordo comprendono principalmente un HUD, un radar molto avanzato (APG-63), un computer centrale, sistemi di navigazione e strumenti per il volo e per l'atterraggio senza contare contromisure elettroniche e un sistema che identifica l'aereo inquadrato come nemico o amico (IFF). Naturalmente l'F-15 ha ricevuto programmi di aggiornamento che includono l'aggiornamento o l'installazione di sistemi già esistenti o nuovi. L'HUD permette in ogni condizione di luce di avere tutte le informazioni essenziali all'altezza della testa, cosicché il pilota può combattere contro ogni aereo nemico senza dover abbassare mai lo sguardo. Il radar dell'F15 è in grado di identificare bersagli che volano a quote sia inferiori che superiori alla sua, sia a distanze BVR che in duelli a corto raggio. Fornisce automaticamente le informazioni al computer centrale per la selezione delle armi e nei duelli acquisisce da solo i bersagli proiettando questa informazione direttamente sull'HUD. L'armamento dell'Eagle consiste in combinazioni di AIM-9 (montati nei piloni alari), AIM-7 (montati negli angoli inferiori della fusoliera) o AIM-120 (montati sia sui piloni alari che sugli angoli della fusoliera), oltre al cannoncino da 20 mm con 940 munizioni. Gli AIM-9 attualmente montati dagli F-15 non sono più all'avanguardia e sono svantaggiati nei duelli a corto raggio: solo con l'integrazione degli AIM-9X l'Eagle tornerà a essere in una posizione di superiorità aerea in tutte le situazioni.
I serbatoi esterni CFT sono stati sviluppati per le versioni C e D: l'attacco per l'arma (AIM-120/7) utilizzato viene però riportato sotto il serbatoio stesso lasciando così intatta il numero di ordigni caricabili dall'F-15.
Il primo volo dell'F15A avvenne nel 1972 mentre le consegne iniziarono nel 1974. Furono costruiti 365 F15A prima dell'inzio della produzione dell'F15C nel 1978. Recentemente gli F15A sono stati riassegnati alla Air National Guard. L'F15B, la versione biposto, volò per la prima volta nel 73 ed è stato progettato principalmente per l'addestramento anche se mantiene intatta tutta la capacità di combattimento dell'F15A, nonostante il seggiolino posteriore non abbia tutti gli strumenti avionici per la guerra aerea: infatti l'F15B è spesso pilotato con un solo pilota seduto nella parte anteriore. L'F15C è la versione migliorata dell'F15A; include aggiornamenti all'avionica, la capacità di trasportare serbatoi "Conformal Fuel Tanks" (CFT), una capacità di carburante interna maggiorata (di 900 kg) così come il peso massimo al decollo arrivato a 30,600 kg. Le differenze esterne sono però così piccole che l'identificazione tra le due versioni è possibile solo consultando il numero sulla coda (la versione A ha numeri compresi tra 73- a 77-, la C tra 78- e 86-). Le consegne all'USAAF iniziarono nel 1979. L'F15D è la versione d'addestramento dell'F15C e sostituisce la versione B. L'F15E Strike Eagle è la versione d'attacco al suolo dell'F15, specializzato in missioni dove è necessario avventurarsi dietro le linee nemiche, utilizzando una grande varietà di munizioni. L'F15E è solo in versione biposto: nel seggiolino posteriore siede il WSO, l'operatore dei sistemi d'arma e delle avioniche AT. Lo Strike Eagle può operare in ogni situazione meteorologica eseguendo tantissimi tipi di missioni (sia AA che AT) come interdizioni, CAS, attacchi strategici, OCA, DCA e anche scorte ad altri aerei; equipaggiati con LANTRIN, possono caricare una grandissima varietà di armi come missili AT e bombe sia guidate che non . I CFT introdotti con l'F15C per estendere il raggio dell'aereo sono applicati a entrambi i lati della fusoliera e danno all'aereo un aspetto più massiccio. Progettandoli per minimizzare gli effetti sull'aerodinamica dell'aereo, risultano produrre molto meno resistenza che se la stessa quantità di carburante fosse caricata in serbatoi convenzionali. Questo minore attrito significa quindi anche un raggio maggiore d'azione, una caratteristica particolarmente desiderabile per un aereo d'attacco che deve avventurarsi in profondità in territorio nemico come l'F15E. I CFT permettono inoltre di caricare armi AT su attacchi che sarebbero altrimenti occupati da serbatoi convenzionali e inoltre loro stessi presentano attacchi ordinati in due colonne per altre armi fino a un totale massimo di 6(x2). Naturalmente l'uso dei CFT comportano dei compromessi poiché mentre i serbatoi convenzionali sono sganciabili, i CFT possono essere staccati solo dal personale di terra. Come risultato, i CFT sono usati nelle situazioni in cui un raggio maggiore è preferibile a prestazioni inferiori. Quindi i CFT sono la norma per l'F15E mentre l'eccezione per le versioni C e D.
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono gi registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0