Edward W. Said

Giornalista − Palestina (Striscia di Gaza e Cisgiordania)

Nato nel 1935 a Gerusalemme, Said era il più noto intellettuale palestinese contemporaneo. Aveva lasciato la Palestina con la sua famiglia nel 1948, all'epoca del primo conflitto arabo-israeliano, e si era trasferito negli Stati Uniti, dove aveva studiato alle università di Princeton e Harvard. Insegna letteratura comparata alla Columbia University di New York . Aveva collaborato con giornali e riviste di tutto il mondo, da Le Monde Diplomatique ad al Ahram e a The Nation, per cui aveva scritto come critico di musica classica. I suoi libri sono stati tradotti in 26 lingue. La sua opera più importante, Orientalismo, era stata pubblicata nel 1978 ed è stata ristampata di recente con una nuova prefazione dell'autore. Edward W. Said era malato da tempo di leucemia. E' morto a New York il 25 settembre 2003.

Blibliografia

- Il vicolo cieco di Israele, Datanews 2003, 9,30 euro
- Fine del processo di pace. Palestina/Israele dopo Oslo, Feltrinelli 2002, 20,00 euro
- Orientalismo. L'immagine europea dell'Oriente, Feltrinelli 2002, 12,91 euro
- Sempre nel posto sbagliato. Autobiografia, Feltrinelli 2000, 25,82 euro
- La convivenza necessaria, Internazionale 1999, 5,16 euro
- Cultura e Imperialismo. Letteratura e consenso nel progetto coloniale dell'Occidente, Gamberetti 1998, 25,31 euro
- Tra guerra e pace: ritorno in Palestina-Israele, Feltrinelli 1998, 12,91 euro
- Dire la verità...Gli intellettuali e il potere, Feltrinelli 1995, 14,46 euro
- La questione palestinese. La tragedia di essere vittima delle vittime, Gamberetti 1995, 17,56 euro

In rete

The Edward Said Archive
www.edwardsaid.org
Sito non ufficiale. Contiene articoli, interviste, altri testi e una nutrita bibliografia.

Dicono di lui

"Pochi minuti fa ho saputo della morte di Edward Said. Era un nemico e un amico.
Io vengo da Gerusalemme ed egli veniva da Gerusalemme. Egli è nato sotto il governo britannico e anch'io sono nato sotto il governo britannico, nella stessa città, nello stesso tempo. Eppure eravamo lontani anni luce.
La casa dove nacque Said e la casa dove nacqui io si trovano a forse meno di due chilometri e mezzo di distanza. C'è voluto mezzo secolo per costruire un ponte tra queste due case e questo ponte non esiste ancora.
Litigavamo, a volte in maniera molto accesa e ferocemente, devo dire. Eppure mi manca. Era molto più bello litigare con una persona intelligente come Edward Said che litigare con il muro... Tant'è che penso che ignorerò il fatto che sia morto e continuerò a litigare con lui all'infinito."
Amos Oz
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono gi registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0